Notizia Oggi

infoGrafica7efficienza_web (1)

Comunicato dell’8 luglio | La tariffa progressiva ostacola l’efficienza (agg. 14 luglio)

Roma, 8 lug. (AdnKronos) – L’attuale struttura progressiva della tariffa elettrica rappresenta un serio ostacolo alla diffusione delle tecnologie innovative e degli usi efficienti dell’elettricità che saranno strategici in ambito domestico nel prossimo futuro, come le pompe di calore per la climatizzazione estiva ed invernale e le automobili elettriche. E’ questa la posizione espressa dagli Amici della Terra in apertura della VII Conferenza Nazionale per l’Efficienza Energetica, quest’anno interamente dedicata alla riforma della tariffa elettrica che l’Autorità per l’Energia sta portando a termine anche in attuazione della direttiva 2012/27/UE, recepita di recente dal Parlamento.

Negli ultimi decenni del secolo scorso, la tariffa progressiva, spiega Monica Tommasi, presidente di Amici della Terra, “è servita a risparmiare energia in un paese, come l’Italia, privo di risorse primarie. Oggi, invece dopo gli investimenti nelle centrali e dopo i recenti costosissimi incentivi accordati alle rinnovabili elettriche, il minor consumo di elettricità indotto dalla tariffa progressiva va a danno di un sistema di produzione di energia elettrica fra i più efficienti al mondo e di una quota di energia elettrica rinnovabile fra le più alte d’Europa”.

Gli Amici della Terra valutano quindi positivamente il nuovo documento dell’Autorità per l’Energia con gli orientamenti finali sulla riforma ed esprimono soddisfazione per il recepimento di alcune delle proprie proposte più significative avanzate nel corso delle consultazioni. Come quello di rafforzare, nella scelta della nuova formula tariffaria, il criterio della chiarezza dei documenti di fatturazione. La trasparenza della bolletta, secondo gli Amici della Terra è indispensabile per consentire agli utenti di scegliere la tipologia di consumi e le tecnologie più appropriate alle proprie esigenze e ad un vero risparmio energetico.

Tra gli ostacoli ad un sistema più efficiente ci sono anche i costi scaricati in bolletta degli incentivi rinnovabili elettriche. In merito il presidente degli Amici della Terra ha espresso una forte preoccupazione per il nuovo decreto che consentirebbe nuovi incentivi a nuovi impianti eolici o di tipo speculativo. “Un simile decreto – commenta Tommasi – smentirebbe le stesse preoccupazioni del Governo per il caro bollette e renderebbe del tutto inutile lo sforzo fatto per il varo dei due decreti spalmaincentivi dello scorso anno, già pericolosamente esposti al giudizio della Corte Costituzionale. Il danno peggiore tuttavia, sarebbe quello alla credibilità delle politiche del Governo, poiché alimenterebbe il sospetto che le spinte di lobby agguerrite prevalgano rispetto all’interesse del paese”.

“Non è aggravando i costi delle famiglie e delle imprese per dare incentivi a impianti di dubbia utilità e di scarsa efficienza che si attenueranno i cambiamenti climatici. E’ ora di dare una vera priorità all’efficienza energetica e alle rinnovabili termiche, settori che, fra l’altro, consentirebbero anche la promozione di filiere industriali italiane” aggiunge il presidente.

Più in generale, conclude il presidente, “riteniamo che non sia più possibile accettare passivamente l’inefficacia e le contraddizioni delle politiche energetico-ambientali della Ue a cominciare dal sistema Ets europeo. Sono mature le condizioni per una nuova strategia di decarbonizzazione a livello globale che si basi sul livello di eccellenza energetico-ambientale raggiunto in molti settori dell’industria europea. Dare un valore a questa qualità ambientale, in modo non autoreferenziale rispetto agli altri attori del mercato globale, creerebbe le condizioni per innescare un processo virtuoso nei mercati internazionali verso gli obiettivi di riduzione delle emissioni climalteranti e nocive”.


I link della rassegna per il comunicato dell’8 luglio

 

il-tempo

Il Tempo

libero-quotidiano

Libero Quotidiano

focus

Focus 

panoroma

Panorama

qn

Quotidiano.net

orizzonte-energia

Orizzonte Energia

radio-radicale

Radio Radicale

rseRSE

ecoseven

Ecoseven

casa-e-clima

Casa & Clima

green-report

Green Report

gazzetta-mezzogiorno

La Gazzetta del Mezzogiorno

sussidiario

Il Sussidiario

wall-street-italia

Wall Street Italia

Watergas

Geosnews

Arezzo Web

Latina Quotidiano

Terni in rete

Etalia

Yahoo Finance

Il Cittadino

Guida Sicilia

Padova News

Radio Veronica One

Geosnews

Notizie Tiscali

Il Meteo.it

Staffetta Online

Info Impianti

Teckneco

Donna in Affari

Uniat

Non solo Ambiente

Fare Ambiente Magazine

Guida Monaci

Giornale di Merate

Bollate Settegiorni

Giornale di Como

Si o No Magazine

Alessandria 7

Bergamo Sette

Brescia Settegiorni

Europa In

Gazzetta dell’Adda

Giornale di Cantù

Giornale di Como

Giornale di Desio

Giornale di Erba

Giornale di Lecco

Giornale di Merate

Giornale di Monza

Giornale di Olgiate

Giornale di Seregno

Giornale di Sondrio

Giornale di Treviglio

Giornale di Vimercate

Il Canavese

Il Nuovo Levante

In Asti News

In Chianti Sette

La Martesana

La Settimana di Saronno

Mantova Sette

Milano Politica

Notizia Oggi

Novara Oggi

Nuova Provincia

Sesto Notizie


Comunicato dell’8 luglio | Amici della Terra: “Introdurre un’imposta sull’intensità carbonica dei prodotti” (agg. 14 luglio)

Roma, 8 lug. (AdnKronos) – Introdurre un’imposta sull’intensità carbonica dei prodotti (carbon intensity tax) che agisca come leva di fiscalità ambientale tramite la modulazione delle aliquote Iva. E’ questa la proposta degli Amici della Terra contenuta in una lettera aperta inviata al Governo.

In particolare, ricorda il presidente degli Amici della Terra Italia, Monica Tommasi, “lo strumento della fiscalità ambientale non ha l’obiettivo di aumentare il gettito fiscale ma si prefigge di incentivare le produzioni più pulite e di disincentivare quelle meno pulite, a prescindere da dove i beni vengono prodotti”.

“La manovra di fiscalità ambientale che proponiamo prevede di mantenere invariata la pressione fiscale complessiva anche tramite la modulazione dello strumento in funzione della sua efficacia rispetto al conseguimento dell’obiettivo di politica ambientale”.

Il punto di partenza della proposta, spiega il presidente, “sono i parametri di riferimento già adottati a livello Ue per l’intensità carbonica per unità di prodotto. Ai prodotti che già garantiscono un livello di intensità carbonica inferiore ai benchmark di riferimento dovrebbe essere applicata un’aliquota Iva ridotta rispetto a quella ordinaria del 22% (ad esempio di 5 punti percentuali). Ai prodotti con un livello di intensità carbonica compreso tra il valore del benchmark e un valore leggermente superiore si continuerebbe ad applicare l’aliquota Iva ordinaria”.

Invece, sottolinea Tommasi, “ai prodotti con un livello di intensità carbonica significativamente superiore a quello del benchmark (o non dichiarata e certificata) si applicherebbe un’aliquota Iva maggiorata di 5 punti percentuali. Il nuovo regime Iva proposto verrebbe applicato sia ai prodotti realizzati nei paesi Ue che a quelli importati e sarebbe quindi di carattere non discriminatorio e compatibile con le regole del Wto”. L’Italia, conclude il presidente Tommasi, “può aprire questa nuova strada”.


I link della rassegna per il comunicato dell’8 luglio

 

libero-quotidiano

Libero Quotidiano

il-tempo

Il Tempo

focus

Focus

sussidiario

Il Sussidiario

wall-street-italia

Wall Street Italia

panoroma

Panorama

gazzetta-mezzogiorno

La Gazzetta del Mezzogiorno

Cronaca Diretta

Geosnews

Arezzo Web

Yahoo Finance

Sardegna Oggi

Guida Sicilia

Radio Veronica One

Il Meteo.it

Il Cittadino

Padova News


Comunicato del 2 luglio | Energia: faro sulla riforma della tariffa elettrica l’8 luglio a Roma (agg. 14 luglio)

Roma, 2 lug. (AdnKronos) – Il superamento della tariffa elettrica  progressiva avviato dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (Aeegsi) è la premessa per un rilancio delle politiche energetico-ambientali che proceda in sinergia con la ripresa economica del Paese. E’ questo il tema al centro della VII Conferenza nazionale sull’efficienza energetica, organizzata dall’associazione Amici della Terra, dal titolo ‘Elettricità ed efficienza – Superare la tariffa progressiva per promuovere gli usi efficienti dell’elettricità’, in programma mercoledì 8 luglio dalle 9 alle 18 presso il Palazzo dell’Informazione – Piazza Mastai – Roma.

Gli obiettivi di politica energetico-ambientale fissati dall’Ue per il 2030, il ruolo del vettore elettrico, la diffusione di tecnologie innovative ed efficienti, saranno i temi della sessione mattutina dei lavori con le relazioni e gli interventi programmati. Parleranno, tra gli altri, il Commissario Enea Federico Testa e il Direttore Generale per il Clima e l’Energia del ministero dell’Ambiente Maurizio Pernice e Carlo Stagnaro, capo della Segreteria tecnica della Ministra Guidi.

Nella tavola rotonda del pomeriggio, invece, si confronteranno diversi punti di vista sulla riforma della tariffa elettrica e sul superamento della progressività. Compatibilmente con i lavori del Senato, parteciperanno il Presidente della Commissione Industria del Senato Massimo Mucchetti, il Senatore Girotto del M5S e il senatore Scalia del Pd. Concluderà i lavori Guido Bortoni, Presidente Autorità per l”Energia Elettrica, il Gas e il Servizio Idrico.


I link della rassegna del comunicato del 2 luglio

 

libero-quotidiano

Libero Quotidiano

il-tempo

Il Tempo

gazzetta-mezzogiorno

La Gazzetta del Mezzogiorno

orizzonte-energia

Orizzonte Energia

clima-energia

Clima Energia

casa-e-clima

Casa e Clima

green-report

Green Report

industria-energia

Industria Energia

rinnovabili-it

Rinnovabili.it

sussidiario

Il Sussidiario

Yahoo Finance

Tiscali Economia

Wall Street Italia

Guida Sicilia

Sardegna Oggi

Il Sussidiario

Il Cittadino

Arezzo Web

Geosnews

Giornale di Merate

Bollate Settegiorni

Giornale di Como

Il Cavanese

La Riviera

La Valle

Magenta Settegiorni

Settimo Nuova Periferia

Si o No Magazine

Alessandria Sette

Bergamo Sette

Brescia Settegiorni

Europa In

Gazzetta dell’Adda

Giornale di Arona

Giornale di Cantù

Giornale di Como

Giornale di Desio

Giornale di Erba

Giornale di Lecco

Giornale di Merate

Giornale di Monza

Giornale di Olgiate

Giornale di Seregno

Giornale di Sondrio

Giornale di Treviglio

Giornale di Vimercate

Il Canavese

Il Nuovo Levante

In Asti News

In Bisenzio Sette

In Chianti Sette

In Chiari News

In Cremasco News

In Manerbio News

In Romano News

La Martesana

La Settimana di Saronno

Mantova Sette

Notizia Oggi

Milano Politica

Notizia Oggi Vercelli

Novara Oggi

Nuova Periferia

Nuova Provincia

Pavia 7

Sesto Notizie

Settegiorni

Il Meteo.it

Radio Veronica One

Padova News

Sardinia Post

Paperblog

E-Gazette.it

Udite Udite

Alternativa Sostenibile